Home

Consigli Legali

Notizie e risposte on line ai Tuoi quesiti giuridici

Benvenuto!

In un periodo di sospensione forzata da ogni attività per la nota emergenza sanitaria del COVID-19 è nata l’idea di impegnare il nostro tempo e le nostre energie per dare un contributo nell’ambito delle nostre competenze a persone ed aziende fornendo loro informazioni, notizie e risposte ai dubbi e ai quesiti in ambito legale, tutto rigorosamente gratuito.

Leggendo articoli scritti dal nostro studio o mutuati da altri siti di informazione potrete ricevere notizie ed aggiornamenti e poi, partecipando al nostro blog, potrete porre quesiti, avanzare dubbi o richiedere chiarimenti a cui daremo risposta nel minor tempo possibile.

I servizi di informazione e risposta ai quesiti legali riguardano ogni ambito del diritto e, a titolo puramente esemplificativo: Diritto Civile, Diritto del Lavoro, Previdenza Sociale, Diritto di famiglia, Diritto Pubblico, Diritto Commerciale e Societario, Condominio e Locazioni, Immobili, Aste giudiziarie e saldo e stralcio immobiliare, Fallimenti e procedure concorsuali e di sovraindebitamento, Diritto Penale …

agosto: 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

    10 pensieri riguardo “Home

    1. Ho un mio parente convenzionato ENASARCO e che per raggiunti limiti di età non può continuare a lavorare,inoltre ha patologie pregresse che glielo impediscono. Non avendo raggiunto il minimo indispensabile per ottenere la pensione minima,gli è stata negata anche quella sociale. Inoltre ha fatto richiesta che gli venissero ridati i contributi versati all’enasarco ottenendo a tal proposito un ulteriore diniego. Insomma non si capisce come questo ex lavoratore possa vivere senza un vitalizio. Potete darmi un minimo di spiegazione? Grazie

      "Mi piace"

      1. Buon pomeriggio sig. Gaetano, in riferimento al Suo quesito Le confermiamo che il Suo parente non ha diritto alla pensione minima ENASARCO se non ha versato la quota minima dei contributi previsti per legge e parimenti non può ricevere il rimborso dei contributi versati al predetto Istituto Previdenziale per disposizioni di legge.
        Ciò detto, ci pare strano che il Suo parente non abbia ricevuto l’assegno sociale, che trattandosi di una prestazione economica a favore di cittadini italiani e stranieri in condizioni economiche disagiate e con redditi inferiori alle soglie previste ha una valenza di sostentamento sociale.
        Evidenziamo che chi ne fa richiesta deve percepire un reddito al di sotto delle soglie stabilite annualmente dalla legge.
        come segnalate sul sito INPS.
        Precisamente, l’importo dell’assegno per il 2020 è pari a 459,83 euro per 13 mensilità. con un limite di reddito pari a 5.977,79 euro annui ovvero pari a 11.955,58 euro, se il soggetto è coniugato.
        E’ chiaro che se il motivo per cui è stato negato l’assegno sociale è legato all’aspetto reddituale dell’anno precedente, l’interessato non potrà ottenere il beneficio per il corrente anno, ma potrebbe fare richiesta l’anno prossimo sulla base del fatto che nel 2020 non avrà ricevuto reddito o non avrà superato il limite predetto indicato dalla legge. A disposizione per ulteriori chiarimenti.

        "Mi piace"

    2. Grazie per la delucidazione. Insomma dopo quasi vent’anni e dopo aver versato contributi all’INPS e ad un fondo convenzionato sia con la categoria lavorativa che con l’INPS,il lavoratore ha soltanto ingrassato le mascelle di entrambi enti e rimanere così con le classiche pive nel sacco. Non mi sembra che sia un’equa giustizia sociale applicata. In ogni caso grazie per la risposta. Saluti!

      "Mi piace"

    3. Purtroppo sono molte le cose non giuste né eque in Italia. A disposizione per qualsiasi altra esigenza e La invitiamo se non avesse già fatto ad iscriversi al nostro blog per rimanere in contatto e ricevere informazioni. Cordiali Saluti

      "Mi piace"

    4. Buongiorno , sono iscritto ad un corso di formazione che prevede un tirocinio (ASACOM) ed oggi mi è stato mandato un messaggio Whatsapp in cui mi viene imposto di vaccinarmi entro settembre se voglio continuarono , è legale come procedura? Posso fare qualcosa?

      "Mi piace"

      1. Salve sih. Alessandro. Confermo che, nonostante contrasti interpretativi, in questo ambito è legittima la richiesta di evasione dell’obbligo vaccinale, anche se si tratta di corso di formazione.
        Tentare un ricorso amministrativo sarebbe rischioso sotto il profilo del rigetto e di relativa condanna alle spese. A disposizione per chiarimenti. Qualora si ritenesse soddisfatto della risposta Le chiediamo come a tutti gli utenti di mettere un like e condividere sui canali socisl il nostro blog. Cordiali saluti

        "Mi piace"

    5. Salve, di recente è venuta a mancare mia nonna e poco prima della sua dipartita, una persona vicina alla famiglia, ma estranea, si era fatta carico di ricevere sulla sua email personale e divulgare (a due medici, di cui anche il medico di base che aveva in cura mia nonna) i risultati di alcune analisi del sangue di mia nonna. Tutto ciò senza un’espressa autorizzazione né dell’interessata (che si trovava in stato di incoscienza), né delle figlie (in particolare mia madre).
      Il fatto si potrebbe considerare un illecito?

      "Mi piace"

    6. Salve in base a quanto Lei riferisce si tratta di una divulgazione limitata, peraltro a personale sanitario tra cui il medico curante. Direi che non è ravvisabile una condotta illecita perché potrebbe essere giustificata da motivi di salute. Peraltro sarebbe necessario dimostrare un danno scaturente dalla condotta e non mi – da quanto da lei riferito – che sia nata qualche problematica. Sconsiglio di procedere. Ringraziamo del quesito e se soddisfatta chiediamo di condividere o mettere un like su social network il nostro sito. Grazie mille.

      "Mi piace"

    7. Buongiorno, mio figlio è stato bocciato con due debiti a settembre, nonostante avesse la piena sufficienza nelle altre materie, ora lui è molto scosso e si rifiuta di ripetere l’anno. Volevo sapere se in teoria poteva essere bocciato anche con due debiti. Grazie

      "Mi piace"

      1. Salve signora in teoria anche con un solo debito poteva essere bocciato qualora i professori non abbiano ritenuto idoneo il recupero del debito stesso. L’unico consiglio è far capire a Suo figlio che i passi falsi possono capitare nella vita ma l’importante è non arrendersi e rialzarsi. Cordiali Saluti

        "Mi piace"

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo di WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

    Connessione a %s...

    Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

    Terracqueo

    MultaPaucis - Blog di Viaggi on The Road

    CONSIGLI E INFORMAZIONI LEGALI

    RISPONDIAMO ALLE VOSTRE DOMANDE LEGALI DANDO CONSIGLI ED INFORMAZIONI GRATUITE

    CpLegal Studio legale

    Servizi di assistenza legale online

    Discover WordPress

    A daily selection of the best content published on WordPress, collected for you by humans who love to read.